Divieto di transito sul ponte della Roggia Sira posto sulla strada vicinale per Tormo: istituzione del divieto di transito a causa cedimento della base stradale

Data:
25 Novembre 2021
Immagine non trovata

Richiamato il sopralluogo del 20 ottobre 2021 effettuato dal responsabile dell’ufficio tecnico con il quale si è appurato che a causa di infiltrazioni d’acqua dalla roggia Sira è presente un cedimento della base stradale dovuto all’erosione dalle infiltrazioni stesse;

Vista la “Carta dei vincoli di sintesi” facente parte Reticolo Idrico Minore del Comune di Crespiatica prot. N. 4928 del 28 novembre 2003;

Dato atto che essendo tale strada adibita alla circolazione sia ciclo-pedonale che di mezzi agricoli di grosse dimensioni;

Ritenuto opportuno, per le predette motivazioni, istituire il divieto di transito nel tratto interessato dal dissesto del fondo stradale;

Visto l’art. 6 del D.Lgs 30/4/1992, n. 285 e s.m.i.;

Visto l’artt. 50 e 54 del D.Lgs 267/2000 (c.d. T.U.E.L.);

ORDINA

L’istituzione del divieto di transito per veicoli, velocipedi e pedoni sul ponte della roggia Sira posto sulla strada vicinale per Tormo fino alla risoluzione del problema di cedimento della base stradale.

DISPONE

Che il personale dell’Ufficio di Polizia Locale e degli altri agenti della Forza Pubblica vigilino per l’esatta osservanza della presente Ordinanza e pongano in loco adeguata segnaletica al fine di interdire il passaggio nel luogo oggetto dell’Ordinanza;

AVVERTE

Che i mezzi agricoli potranno raggiungere i propri fondi di competenza percorrendo la strada vicinale per Tormo, provenendo da via delle Rimembranze o dall’innesto con la exSS235 in funzione del collocamento del fondo da raggiungere rispetto al ponte sulla roggia Sira.

Per le trasgressioni alla presente Ordinanza, per quanto non diversamente normato dalla Legge, si applicano le sanzioni previste dall’art. 7/bis del D.Lgs n. 267/2000 e s.m.i. con applicazione di una sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00;

A norma dell’articolo 3, comma 4, della Legge 241/1990 si avverte che, avverso la presente Ordinanza, in applicazione della Legge 1034/1971, chiunque abbia interesse potrà ricorrere per incompetenza, eccesso di potere o violazione della legge, entro 60 giorni dalla pubblicazione al TAR.

In relazione a quanto disposto dall’art. 37, comma 3, del D.Lgs 285/1992, sempre nel termine dei 60 giorni, può essere proposto ricorso da chi abbia interesse all’apposizione di segnaletica, in relazione alla natura dei segnali opposti, al Ministero dei Lavori Pubblici, con la procedura di cui all’art. 74 del Regolamento, approvato con D.P.R. 495/1992.

 

Crespiatica, 25-11-2021 - ORDINANZA 24/2021

                                                                                                               Il Sindaco

                                                                                          CARLO ALBERTO FRANCESCO RIZZI

Allegati

Ultimo aggiornamento

Venerdi 26 Novembre 2021